Come pulire le zanzariere plissettate

Risulta importante sapere come pulire le zanzariere plissettate, in quanto esse sono un tipo di articolo molto importante per la propria abitazione o ufficio, in quanto permettono un passaggio dell’aria, sia per consentirne il ricambio nell’ambiente chiuso, cosa molto importante per una buona qualità dell’aria che si respira, sia in determinate stagioni, poter godere della temperatura mite che entra dall’esterno.

Questo strumento è fondamentale per una famiglia anche considerando il fatto che i pericoli delle zanzare non posso essere sottovalutati.

Così fungono da “filtro“, non permettendo che entrino insetti particolari che poi possono nuocere e dare fastidio.

Le zanzariere plissettate sono un’ultima innovazione in questo campo, poiché a differenza delle tradizionali a molla, hanno una funzionalità e un funzionamento più efficaci: infatti l’apertura e la chiusura sono scorrevoli e semplici, senza nessun tipo di scatto improvviso, allo stesso tempo regolabili in qualsiasi posizione e non risultano neanche ingombranti o da ostacolo con le proprie guide poiché sono millimetriche e quindi impercettibili.

Facili anche da installare, sempre per opera di personale specializzato e capaci di risolvere anche problemi di fuoriquadro presenti.

Inoltre rappresentano anche un tipo di articolo di tendenza dal punto di vista estetico: essendo infatti presenti varie tipologie di colore, tra cui anche l’effetto legno per fare qualche esempio, si ha la possibilità di scegliere il modello e il colore che più si adattano all’arredamento presente, divenendone appunto parte importante e che lo valorizza maggiormente.

Quindi una volta che sono state installate, si manifesta nel corso del tempo anche la necessità di provvedere alla manutenzione, che in questo caso è da considerare semplice e ordinaria.

Ma qualsiasi persona che ha in casa questo tipo di articolo si potrebbe chiedere appunto come pulire le zanzariere plissettate.

A volte sono proprio i clienti che con le loro domande ed osservazioni permettono di concentrare l’attenzione su queste esigenze e individuare pertanto le soluzioni più semplici ed efficaci.

Una pulizia senza fatica

Non si può escludere che in particolare la rete della zanzariera non si sporchi, in particolare di polvere che si può annidare tra le maglie, rendendo difficile capire come pulirla senza perderci troppo tempo e con il minimo di difficoltà.

Soprattutto c’è il periodo tra aprile e luglio che maggiormente può incidere nello sporcare la rete, causa la presenza anche di polline nell’aria.

Innanzitutto le zanzariere plissettate sono dotate di una rete particolare chiamata IdroScreen, che presenta queste determinate caratteristiche:

  • l’esposizione all’aria aperta e agli agenti atmosferici come nel caso di piogge non comporta nessun tipo di rischio di rotture così come spesso accade per le zanzariere tradizionali;
  • La si può lavare e pulire attraverso semplici procedimenti e ogni volta che si vuole;
  • ha la caratteristica di impermeabilità che in qualche modo non permette che si attacchi molta polvere e pertanto garantisce anche una durata più lunga.

Ciò significa pertanto per il cliente che aver scelto la zanzariera plissettata ha rappresentato una spesa poco superiore a quelle tradizionali, ma un investimento significativo e a lungo termine, in quanto il prodotto ha una vita più lunga e non necessita di essere sostituito spesse volte a causa di rotture o deterioramento.

 I passi per comprendere come pulire le zanzariere plissettate

A questo punto si può vedere come prendersi cura della propria zanzariera plissettata attraverso delle operazioni che chiunque sarebbe in grado di fare:

  1. Provvedere alla pulizia della guida sul pavimento: come dicevamo in precedenza, uno dei pregi della zanzariera plissettata è quello di avere una guida sul pavimento che in base al modello scelto varia dai 3 a massimo 7 mm; ciò significa nessun tipo di ostacolo, in particolare se in casa ci sono bambini, persone anziane o disabili. Nella guida si deposita dello sporco, questo è inevitabile, ma con un normale aspirapolvere con l’apposito beccuccio, si può rimuovere la polvere e lo sporco che si era formato. Anche sulla rete, con l’apposita spazzola può essere utilizzato l’aspirapolvere.
  2. Pulire la rete: avendo già eliminato la polvere presente tra le fessure, si può procedere alla pulizia completa. La rete è costituita da poliestere, quindi è assolutamente sconsigliato utilizzare grassi, oli, acidi o solventi nella fase di pulizia.
  3. Piuttosto basta un semplice panno imbevuto e con un detergente delicato e pertanto procedere alla pulizia della rete così come anche dei profili. Un accorgimento importante è quello di non esercitare comunque troppa pressione sulla rete. Il movimento deve essere dall’alto verso il basso e una volta asciugata si avrà una zanzariera ogni volta come nuova.
  4. La manutenzione: in questo caso si tratta di un procedimento che si può fare una o due volte all’anno, che consiste nell’ungere con un lubrificante spray al silicone o al teflon, le parti meccaniche della zanzariera, così da assicurare sempre la fluidità dell’apertura e chiusura, oltre che un movimento più uniforme. In tal modo si allunga la vita e il funzionamento della zanzariera.

Questi sono i punti principali per chi vuole scoprire come pulire le zanzariere plissettate!

pulizia-zanzariera-plissettata

Il poliestere IdroScreen

La scelta di questo materiale è dovuta al fatto che rappresenta la migliore soluzione per l’efficace funzionamento del prodotto, permettendo anche una pulizia ottimale e veloce, così da superare la concorrenza delle zanzariere tradizionali o di quelle dotate di altro tipo di materiale.

Un prodotto pertanto che risulta certificato, da un punto di vista anche di sicurezza, oltre che nella qualità e durata e che è deve essere riconosciuto da chiunque voglia capire come pulire le zanzariere plissettate.

Ormai la clientela ha la possibilità di informarsi anche attraverso i canali informatici del web, così da non accontentarsi di prodotti di scarso valore anche se più economici; piuttosto vi è molta più attenzione alla qualità del prodotto e alla possibile garanzia di lunga durata.

Cosa differisce dalle zanzariere tradizionali

Il processo di pulizia visto qualche paragrafo prima, adeguato alla tipologia delle zanzariere plissettate è qualcosa che non può essere fatta per quelle tradizionali, le quali presentano una situazione ben differente dovuta alla loro struttura.

Queste infatti devono essere completamente aperte o chiuse e quel movimento a scatto può comportare un certo deposito di sporco o carcasse di insetti lì dove si raccoglie la rete.

Inoltre l’accumulo di polvere sulla rete può influire nelle possibilità di rottura del sistema di movimentazione; oltre che dare sempre quel senso di scarsa pulizia di cui ne risente tutto l’ambiente circostante.

Con le zanzariere plissettate si ha maggiore comfort e pretendono solamente una pulizia che risulta semplice ma con risultati ottimi. Quindi essere informati sul come pulire le zanzariere plissettate è un dovere!

Richiedi informazioni

Acconsento alla vostra informativa sulla Privacy e Cookie Policy