Zanzariere plissettate o normali

E’ arrivato il momento di dover installare nella propria abitazione le zanzariere: ma quali scegliere, plissettate o normali?

Per fare la scelta giusta bisogna però conoscere e sapere quali differenze esistono, altrimenti sarebbe solo una scelta condizionata e orientata magari da una tendenza del momento.

Ci sono come è ovvio, molti fattori a quali bisogna fare riferimento, la qualità, la flessibilità nell’installazione, la durata, la semplicità di utilizzo, la manutenzione e il prezzo.

Ogni cliente, secondo le sue esigenze e aspettative, una volta informato e se possibile consigliato da personale esperto del settore, sicuramente effettuerà la scelta migliore per sé e per la propria abitazione.

La domanda: zanzariere plissettate o normali, la si può sentire spesso dal vivo, in qualche showroom, dove il cliente si reca per vedere con i propri occhi le zanzariere e capire cosa acquistare.

Ma la stessa domanda il potenziale cliente la pone anche ai motori di ricerca: il web infatti rappresenta oggi, un’importante fase preliminare che aiuta ad orientarsi meglio prima di qualsiasi acquisto.

Uno studio a riguardo registra che ormai il 65% delle decisioni di acquisto matura ancora prima di uscire di casa.

Pertanto adesso è più facile avere a che fare con un cliente maggiormente informato, ma allo stesso tempo anche male informato se per esempio sul web recepisce informazioni di vario tipo.

Capire le differenze

Spesso molti potenziali clienti si accingono all’acquisto delle zanzariere partendo solamente da un punto di vista: quello di spendere il meno possibile.

E’ chiaro che il potere d’acquisto di gran parte delle persone non è elevato, per cui ad ogni occasione di spesa si tende in qualche modo a risparmiare il più possibile.

Ma è anche vero che, in particolare per alcune categorie di prodotti, si spende poco, ma tante volte, arrivando a far gravare sul proprio bilancio economico, la spesa di un articolo che per scarsa qualità e durata siamo costretti a riacquistare più volte.

Per questo motivo, invece che partire solamente dal fattore prezzo, bisogna invece verificare la qualità del prodotto e distinguerlo se ad esempio si presenta sotto differenti tipologie.

Questo è il caso delle differenze tra zanzariere plissettate o normali.

La zanzariera risulta essere un prodotto molto utile, perché permette il passaggio dell’aria, ma allo stesso tempo evita che in casa entrino insetti, o altro dall’esterno, garantendo per particolari tipologia anche un ottimo passaggio della luce.

Le zanzariere normali

Cominciamo da quella tipologia di articolo che probabilmente abbiamo già installato nelle nostre abitazioni.

Le zanzariere normali sono per certi aspetti, visto che esistono da diverso tempo, quei prodotti ancora più acquistati e utilizzati, ma ciò non equivale al fatto che siano le migliori.

Queste vengono installate montando un telaio e una guida così che la zanzariera possa scorrervi. Una fase di lavoro che richiede molta attenzione, in particolare quando ci si ritrova in quei casi di fuori squadro.

La rete della zanzariera andrà ad avvolgersi, grazie ad un sistema a molla, in un cassonetto che deve essere accuratamente installato anche esso.

Questa tipologia pertanto si basa sul sistema di totale apertura o totale chiusura della zanzariera.

Zanzariere normali: qualche svantaggio

Utilizzando le zanzariere normali, nel corso del tempo ha fatto però risaltare alcuni svantaggi, a causa dei quali il prodotto presenta una certa fragilità:

  • la molla: questa molto spesso ha degli scatti improvvisi che rendono l’apertura e la chiusura poco fluidi;
  • questi scatti improvvisi spesso possono provocare dei piccoli incidenti, in particolare in presenza di bambini o anziani;
  • difficoltà ad utilizzarle: perché nelle guide tende ad accumularsi polvere e sporco, divenendo appunto meno fluide e accentuando il pericolo degli scatti improvvisi;
  • poca resistenza: il forte vento o una cattiva manutenzione possono provocare dei disagi, in particolare il solito e classico distaccamento della rete dal telaio.

Zanzariere plissettate

Sono da considerare dei prodotti di ultima generazione e nascono appunto dall’intento di superare le problematiche che risultavano dall’utilizzo delle zanzariere normali.

Le zanzariere plissettate sono una tipologia di prodotto che può essere sia verticale che orizzontale ed è possibile installarle facilmente su porte, porte-finestre e finestre, anche nel caso di grandi dimensioni.

Inoltre hanno una notevole flessibilità che permettono di risolvere facilmente anche i problemi di fuori squadro, quindi un notevole passo avanti rispetto alle zanzariere normali.

Possono essere realizzate ad una o due ante con chiusura centrale o a seguire: la rete inoltre quando la zanzariera plissettata è completamente aperta, tende ad impacchettarsi fino a scomparire.

Infatti lo spazio di raccoglimento è davvero poco ingombrante, mentre nel caso in cui la zanzariera è chiusa, la rete è ben tesa, omogenea e resistente, garantendo un’ottima durata.

Zanzariere plissettate: i vantaggi

Essendo un prodotto innovativo e realizzato per superare tutti i limiti che invece presentano le zanzariere normali, le plissettate sicuramente presentano degli importanti vantaggi:

  • la sicurezza: hanno un sistema di apertura controllata, che pertanto non provoca più scatti improvvisi e bruschi avvolgimenti;
  • sono regolabili: significa che non devono essere completamente aperte o chiuse, piuttosto a nostra discrezione in qualsiasi posizione preferiamo;
  • poco invasive: in particolare ci si riferisce alla guida sul pavimento che è quasi impercettibile, al massimo può raggiungere i 7 mm per alcuni modelli, quindi non rappresentando un ostacolo per bambini, anziani o disabili in carrozzella;
  • la pulizia: mentre le zanzariere normali devono essere parzialmente smontate per pulirle a fondo, le plissettate non pretendono un tale impegno. La guida si può pulire con un normale aspirapolvere e la rete, poiché realizzata con tecnologia Idroscreen, di per sé cattura meno sporco e non fa ristagnare l’acqua. Con un semplice panno e un detergente delicato la si pulisce facilmente e velocemente;
  • la manutenzione: niente di complicato o impegnativo, infatti basta ungere le parti meccaniche una o due volte all’anno così che lo scorrimento si mantenga fluido e di conseguenza la durata della zanzariera.

Conclusioni

Non dimentichiamo che riguardo alle zanzariere plissettate è anche possibile scegliere tra un ampia gamma di modelli e colori, secondo i nostri gusti personali e in riferimento anche all’arredamento di casa.

Adesso che conosciamo le differenze e vantaggi o svantaggi delle tipologie esistenti, cosa decideremo di acquistare e installare nelle nostre case: zanzariere plissettate o normali?